… questa non la potete sbagliare!

Mollica:
Mòllica o Mollìca?

PS: domani mattina alle 9.45 non perdetevi su Rai Uno la seconda puntata di “Come si dice?” con la partecipazione straordinaria di Tommaso Francesco Borri!!

Tag: , , , , ,

4 Commenti a “… questa non la potete sbagliare!”

  1. Tommaso scrive:

    Grazie a tutti! E scusate il ritardo con cui commento.

    Per Luigi. Hai ragione che “rubrìca” deriva da “ruber”; ma solo in ultima analisi.
    Direttamente viene da “rubrìca”, “terra rossa”, che in latino aveva un “-i-” lungo, e quindi accentato, come dimostra anche l’uso dei poeti.
    “Rubrìca” è infatti, in latino, il femminile sostantivato d’un aggettivo *”rubrìcus” (l’asterisco vuol dire che questa forma “-us” non è attestata), che è formato dal tema di “ruber” (“rubr-”) più il suffisso latino “-icus” con “-i-” lungo, come per esempio in “antìcus” (o “antìquus”), “anteriore (nello spazio o nel tempo)”, “postìcus”, “posteriore (nello spazio)”, “pudìcus” (da cui l’italiano “pudìco”, non “pùdico”!), ecc.
    Non c’entra qui, insomma, l’altro suffisso “-icus” con “-i-” breve (e quindi disaccentato) ch’è frequente nei grecismi (dal greco “-ikòs”), e che in italiano è continuato dal frequentissimo “-ico”, atono, delle parole dottrinali e non solo di quelle, come — pochi esempi tra mille che si potrebbero fare — “àrtico”, “cìnico”, “spàstico”, “platònico”, “lìbico”, ecc. ecc.
    Non c’entra, dico. Però, chi dice “rùbrica” probabilmente si fa influenzare, più o meno consapevolmente, da questa ricchissima serie di parole sdrucciole (tipo “àrtico”). Oltre che dal generale, e oggi molto forte, “fascino dello sdrucciolo” (nome depositato).

    Ti trascrivo qui, tradotto dal francese, quel che sul latino “rubrìca” dice il dizionario etimologico latino Ernout-Meillet:

    ” ‘rubrìca’, ‘-ae’, sost. femm. (sottinteso ‘terra’; [...] ‘rubrìca’ [coll' '-i-' lungo] in Plauto (‘Lo zoticone’ ['Truculentus'], verso 294) [...], propriamente femminile sostantivato d’un aggettivo *’rubrìcus’, collo stesso suffisso che si trova [per esempio] in ‘pudìcus’ [it. 'pudìco'], ‘mendìcus’ [it. 'mendìco']: ‘terra rossa, ocra rossa’, che serviva in particolare a scrivere i titoli o gli articoli delle léggi dello Stato, e fors’anche, anzi, tutto quanto il testo delle léggi; le decisioni dei tribunali e gli editti del pretore, invece, erano scritti su un fondo bianco (‘album’). [...] ”

    E infatti anche in italiano “rubrìca” è attestato sempre come piano nei poeti: vedi http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=22684&r=146.

    Invece, “lùbrico” (“sdrucciolevole, impudìco”): anche qui, secondo il latino, “lùbricus” con “-i-” breve (qui nessun suffisso: è, dice sempre l’Ernout-Meillet, una “parola espressiva”). Vedi http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=45854&r=7372.

    Sicché, riassumendo:

    “rubrìca”

    “pudìco” (e “impudìco”)

    “mendìco” (almeno per il nome: vedi http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=39412&r=391560 e http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=39408&r=391560)

    ma

    “lùbrico”.

    Scusa, e scusatemi tutti, per questa pappolata indecorosamente lunga!

    Grazie ancora, e un saluto a tutti.

  2. Tommaso scrive:

    “Mollìca” ha un’altra origine: certo è un derivato del latino “mollis”, “molle”, forse incrociato con “mica” (con l’ “-i-” lungo), “briciola” (da cui il comunissimo “mica” rafforzativo della negazione, come in “Non è mica vero!”)

    “Mòllica” è un errore, credo, più che altro settentrionale, e forse (?) più specificamente lombardo. Ma posso sbagliare.
    In ogni modo, qui in Campania, dove vivo, sento spesso usare la parola, e sempre con accentazione piana (ma ci sono altri errori, come il vecchio “bàule” per “baùle”, o l’orripilante “piazza Càvour”!)
    In Toscana, la parola s’usa poco, perché in genere si dice “midolla” (“la midolla del pane”); ma credo che nessuno direbbe “mòllica”.
    A Parma, ho l’impressione d’aver sentito dire qualche volta “mòllica”; e forse io stesso ero incerto da ragazzo.

    Be’, ora davvero faccio punto. Scusate ancora! E buona domenica.

  3. francesco scrive:

    attendo con trepidazione che carichiate anche la seconda puntata sul Blog
    dai dai dai !
    ciao

  4. adstore scrive:

    Francesco, hai seguito la seconda puntata? =)

Lascia un Commento